7 Motivi per essere allegri

La richiesta tosaerba telecomandati sta crescendo rapidamente e ci sono delle buone ragioni per questo. Ci sono molte operazioni di taglio in cui, dopo la valutazione dei rischi, una falciatrice tradizionale non dovrebbe essere utilizzata a causa delle potenziali situazioni pericolose (cadute, etc…). Particolare attenzione va posta nelle operazioni di taglio su pendii ripidi, argini di canali, bacini idrici, svincoli autostradali, barriere antirumore e discariche.

Il tosaerba radiocomandato è la soluzione anche laddove gli operatori di decespugliatori o falciatrici per terreni accidentati sono esposti a pericoli, ad esempio lungo strade trafficate e ferrovie. Poi ci sono operazioni di falciatura in cui la vegetazione (rovi, cespugli spinosi) o l'accessibilità sono il fattore limitante, come nei parchi solari. Le offerte sono numerose, ma ci sono caratteristiche di prodotto che fanno la differenza, per questo vi diamo 7 motivi per scegliere Ferris FRC7 come soluzione ideale per tutelare e far lavorare in sicurezza i vostri dipendenti:

1. La sicurezza prima di tutto: a parte gli innegabili vantaggi di un tosaerba radiocomandato in generale, potete confrontare i test a cui è stata sottoposta ogni tosaerba radiocomandata e gli standard di sicurezza che la macchina soddisfa e per cui è certificata. Controllate in particolare le normative EN12733:2019 (“Proiezione Oggetti”) e EN14982:2009-12 (“Compatibilità elettromagnetica”). Non scendete a compromessi sulla sicurezza dell'operatore.

2. Vera trazione ibrida: i motori elettrici attingono potenza dalle batterie, caricate dal generatore, alimentato a sua volta dal motore Vanguard EFI/ETC da 23 HP, che funziona quasi sempre al minimo, dovendosi solo assicurare che le batterie siano completamente cariche. Il funzionamento del motore, senza carico diretto, significa risparmiare carburante, quindi raggiungere una autonomia teorica di 8 ore al giorno, senza dover effettuare rifornimento. FRC7 può spostarsi, utilizzando le due batterie, a 58 dBA fino a 250 m prima che il generatore entri in funzione. Questa caratteristica è particolarmente utile anche quando si esaurisce inaspettatamente la benzina in cima ad un pendio e si desidera che la macchina ritorni a valle anziché sia l’operatore a dover salire sul pendio. I motori elettrici sigillati e brushless sono molto reattivi e funzionano senza ritardi (motivo principale della fuoriuscita del cingolo in generale*) grazie alla fornitura diretta della potenza richiesta da parte delle batterie. Quindi abbiamo il massimo controllo della potenza disponibile su pendii ripidi e nessun calo di corrente, non attingendo potenza dal generatore.


* La fuoriuscita del cingolo è solitamente causata da una brusca correzione dello sterzo nella direzione di marcia. I tosaerba radiocomandati convenzionali che non dispongono di motori elettrici utilizzano trasmissioni idrostatiche, che reagiscono con un ritardo a un comando improvviso dello sterzo, quindi la reazione è spesso troppo tardiva e brusca. Anche la correzione e l'assetto della direzione di guida in rettilineo sui pendii non sono necessari con FRC7: un motore passo-passo conta i giri al minuto di ciascun cingolo e li regola quando necessario durante la guida. La ruota motrice e le 2 ruote guida mantengono i cingoli in posizione, i denti delle ruote si inseriscono nei cingoli per mantenerli in posizione, insieme al sistema di protezioni dei rulli dei cingoli CT2 (sistema mini-escavatore). Il passo lungo impedisce l'accumulo di erba e sporco tra le camme. Le ruote dentate più alte consentono ai cingoli di superare gli ostacoli. Il tensionamento del cingolo è semplice e rapido.

Ferris-FRC7-tagliaerba-radiocomandato-motori-elettrici

3. Nessun sovraccarico delle trasmissioni e, soprattutto, della presa di forza elettrica (PTO) del piatto in situazioni di carico elevato/erba alta. Questa soluzione riduce l’usura e tempi di fermo per FRC7 rispetto alla concorrenza. I motori elettrici di FRC7 aumentano, sotto carico, progressivamente i giri per prolungare la durata della cinghia (e senza causare traumi alla elettrofrizione). FRC7 regola automaticamente la velocità di avanzamento quando la velocità delle lame diminuisce a causa di erba alta e pesante. Grazie a questo intervento di compensazione, senza nessuna azione compiuta dall'operatore, si garantisce sempre la massima prestazione ed efficienza del piatto di taglio.

Ferris-FRC7-tagliaerba-radiocomandato-tecnologia

4. In grado di gestire pendii ripidi fino a un massimo di 55° (143%). In questi casi, il motore necessita di una protezione aggiuntiva, un sistema Oil Loop dedicato: sebbene la raccolta dell'olio avvenga al centro della coppa umida (Wet Sump), con inclinazioni superiori a 35 gradi, l'olio che passa attraverso la valvola limitatrice della pressione della coppa viene raccolto in un serbatoio e restituito al basamento. I vapori vengono prima raccolti nel separatore d'olio. Ciò impedisce un'inutile combustione dell'olio (che potrebbe portare ad un livello dell'olio troppo basso) ed impedisce la formazioni di pressione nella testata del cilindro con possibile risultato di danni interni al motore (blocco idraulico).

Ferris-FRC7-tagliaerba-radiocomandato-motore-separatore-olio

5. Taglio bidirezionale (larghezza di taglio: 115 cm) in modalità mulching o scarico posteriore. Non dovendo più effettuare le svolte si riduce il danno al manto erboso (soprattutto nel caso delle più pesanti alternative porta-attrezzi). Si evitano così, la formazione di solchi e l'erosione della superficie. Inoltre, con un peso di 685 kg, FRC7 rimane al di sotto del limite massimo, spesso fissato, di 750 kg.

Ferris-FRC7-tagliaerba-radiocomandato-taglio-bidirezionale-pendenza

6. Tecnologia del piatto di taglio: due alberi con lame oscillanti a taglio trasversale, che possono gestire materiale organico fino a 50 mm. L'unità di controllo del veicolo (VCU) misura costantemente il carico (non è possibile mettere in stallo il motore; il motore elettrico, con funzionalità di rilevamento del carico, regolerà la velocità di avanzamento al 40%, 20% o all’arresto completo). La cinghia a sezione B aziona le pulegge in ghisa e protegge gli alberi lama dai danni dovuti agli urti. Motore elettrico, pulegge e cinghia sono sempre allineati e si muovono su e giù come un unico sistema. L’altezza di taglio non è più un fattore che può creare stress aumentando/diminuendo l'angolo tra cinghia e elettrofrizione PTO. Il processo di taglio rotativo è più rispettoso della biodiversità rispetto alle alternative a flagello, e il raggio di sterzata pari a zero di FRC7 lo rende ideale per la gestione del Sinus.

Ferris-FRC7-tagliaerba-radiocomandato-taglio-rotativo

7. Tecnologia di connessione CAN-BUS: le informazioni utilizzate dal sistema vengono registrate e quando, il rasaerba dispone di una connessione dati mobile (dati GPS/mobile permanenti), le memorizza in un database tramite cloud. Grazie alla comunicazione Can-bus il sistema è in grado di effettuare una autodiagnosi e rilevare, in anticipo, il sorgere di eventuali problemi. Tra i parametri che il sistema registra ci sono: velocità di lavoro, mappatura della posizione, pendenze di lavoro, assorbimento di potenza e temperature dei componenti.

C'è molto altro da condividere su questa fantastica Ferris FRC7. Contattaci se vuoi ricevere una scheda di presentazione del prodotto. Siamo a disposizione per dimostrazioni in loco per mostrarti le reali capacità di lavoro di FRC7.

Ferris-FRC7-tagliaerba-radiocomandato-connessione-remota
Ferris-FRC7-tagliaerba-radiocomandato-destra